Inizio > > Ordinamento degli studi, esami, tesi Giovedì 01 ottobre 2020
 

Note e Norme
Ordinamento degli studi, esami, tesi - (2013/14)

 

3. Corsi - Seminari - Esami

Per il miglior profitto degli studenti, oltre alle lezioni, sono richiesti seminari, cioè ricerche in comune tra studenti e professori, ed esercitazioni, ossia ricerche fatte dagli studenti sotto la guida di un professore.

Nel fare il computo delle lezioni necessarie per conseguire un grado accademico o per completare un curriculum, si usa sempre il criterio di “unità” o “credito”, che corrisponde ad un’ora settimanale per semestre.

Ciascun corso di lezioni si conclude con l’esame orale o scritto con giudizio numerico. La valutazione sui seminari viene data con giudizio numerico; quella sulle esercitazioni a norma delle Ordinazioni proprie di ciascuna Facoltà (Ord., art. 37, 2). Gli studenti non saranno ammessi agli esami se non avranno frequentato almeno due terzi delle lezioni (Stat., art. 29, 4).

Lo studente è libero di ritirarsi sia durante l’esame orale che durante la prova scritta di propria iniziativa o su invito degli esaminatori. In questo caso sul verbale della Segreteria si segnerà la sigla R (= ritirato) e l’esame viene rinviato ad altra sessione (Ord., art. 36, 2).

Terminato il corso, lo studente può sostenere il rispettivo esame nelle quattro sessioni successive (Ord., art. 35, 1). Per i fuori corso ci si attiene a quanto stabilito dall’art. 40,1 delle Ordinazioni.

Lo studente che non supera positivamente (6/10) l’esame, può ripeterlo una sola volta nell’ambito delle sessioni previste. Dopo una seconda successiva insufficienza, il caso viene rimandato al Decano e al suo Consiglio (Ord., art. 36, 3).

Solo il voto ottenuto nell’ultimo esame viene considerato ai fini della media accademica per il conseguimento del Grado (Ord., art. 36, 4).
 

4. Valutazione e voti

L’indicazione dei voti viene espressa in decimi.

a)   Il voto minimo di sufficienza è 6/10.
b)   I voti e le qualifiche usate nell’Università sono:

6/10 probatus
7/10 bene probatus
8/10 cum laude probatus
9/10 magna cum laude probatus
9,6/10 summa cum laude probatus
 
Le frazioni intermedie consentite sono 25, 50, 75 (6,25; 6,50; 6,75)
 
c)    Gli attestati degli esami sostenuti saranno ritirati personalmente dagli studenti in Segreteria (Ord., art. 37, 5-6).
d)   L’esito degli esami finali per il conseguimento dei gradi viene comunicato agli studenti tramite la Segreteria (Ord., art. 42, 1).



5. Esami fuori sessione


Per fare esami fuori sessione si richiede l’autorizzazione del Decano, udito il suo consiglio e ottenuto il parere favorevole dell’esaminatore (Ord., art. 38, 1). Il Decano provvederà ad avvertire la Segreteria.

Il Consiglio del Decano (o dei Presidi per i corsi in Scienze Religiose e per la Scuola Superiore di Studi Medievali) potrà stabilire sessioni straordinarie, specialmente per la discussione di tesi dottorali, previo accordo con il Moderatore e i Correlatori (Ord., art. 38, 2).

Per ogni esame fuori sessione è prevista una sovrattassa come stabilito dall’Annuario Accademico (cfr. p. 20) (Ord., art. 38, 3).
 




 
 
Martín Carbajo Núñez - via Merulana, 124 - 00185 Roma - Italia
Questa pagina è anche attiva qui
Webmaster