Inizio > Rivista Antonianum > Articoli > Calvo Lunedì 06 aprile 2020
 

Rivista Antonianum
Informazione sulla pubblicazione

 
 
 
 
Foto Calvo Gaspar , Libri nostri: MARTINO CONTI, La vita fatta preghiera nei Salmi di lamentazione individuale , in Antonianum, 77/2 (2002) p. 393-394 .

In questo saggio l’A. presenta il risultato di uno studio approfondito, condotto su dodici Salmi del primo libro del Salterio (1-41), che viene ad aggiungersi al precedente dal titolo Presente e futuro dell’uomo nei Salmi sapienziali.

La tematica: La vita fatta preghiera, costituisce il criterio unificante e il filo conduttore dell’opera. In una “Introduzione”, ben articolata, l’A. affronta alcune problematiche, indispensabili alla comprensione dei Salmi di lamentazione individuale. Guardando ai Salmi come alla preghiera del popolo di Dio, indica nell’alleanza il criterio di lettura degli stessi; quanto ai Salmi di lamentazione individuale, sottolinea il fatto che differiscono dai Salmi sapienziali per il tema e per lo schema letterario: questi sviluppano un tema specifico (quello della retribuzione), ma mancano di uno schema; quelli al contrario sono costruiti secondo uno schema più o meno fisso, ma mancano di una tematica propria.

L’opera si compone di dodici capitoli, in ognuno dei quali l’A. esamina un Salmo. Questi i dodici Salmi di lamentazione individuale del primo libro del Salterio presi in esame: 5, 6, 7, 13, 17,  25, 26, 28, 31, 35, 38, 39.

Dallo studio emerge la grande forza educatrice dei Salmi di lamentazione individuale: quella della vita fatta preghiera, cioè di una preghiera che attinge contenuto, forma e motivazione dagli eventi ordinari e straordinari della vita.

Di fronte alle problematiche della vita, che emergono dai dodici Salmi esaminati, l’A. sottolinea che le persone possono assumere due diversi atteggiamenti: o di chiusura o di apertura. L’atteggiamento di chiusura acquisisce il contenuto di un arido e sterile monologo, che genera frustrazione, mentre l’atteggiamento di apertura si esprime in un fruttuoso e salutare dialogo, che apre il cuore alla gioia e alla speranza.

Ognuno di questi atteggiamenti, come nota l’A., si basa su di un meccanismo interiore, psicologico e fondamentale per la vita: chi si chiude in se stesso (= monologo), rivive drammaticamente la propria esperienza, fatta di problemi e di difficoltà, e giunge all’esasperazione; chi invece si apre a Dio, trasforma il soliloquio in un dialogo intimo e profondo, che contribuisce a fare luce dentro di sé e a risolvere ogni problema nell’ottica della fede. Pregare è parlare. Chi parla con Dio, prega.

Di ogni Salmo, l’A. propone una sua traduzione, ne discute i problemi letterari, ne spiega il significato letterale, simbolico e metaforico, ne espone il ricco contenuto teologico e spirituale, e ne presenta la rilettura cristiana, illustrandone prima le risonanze neotestamentarie poi la sua attualizzazione alla luce della redenzione operata da Cristo. Adottando il metodo della contestualizzazione (= spiegare la Scrittura con la Scrittura), l’A. fornisce utili indicazioni per la pratica della “lectio divina” applicata ai Salmi.

Prendendo le mosse dal genere letterario e tenendo presenti sia gli elementi essenziali dei Salmi di lamentazione individuale (introduzione, esposizione del caso, preghiera, conclusione) sia gli elementi secondari, che possono esserci e non esserci, l’A. illustra i sentimenti e i comportamenti interiori propri dell’orante, che emergono dal Salmo in esame, e insieme sollecita il lettore a vivere la propria situazione concreta alla luce del dato biblico, dal quale emerge la fedeltà del Dio dei Padri verso i suoi fedeli, e nella prospettiva della redenzione operata da Cristo.

Frutto di lunghe e accurate ricerche, il volume costituisce uno studio solido, capace di educare a fare della vita preghiera. Sotto questo aspetto l’opera non è utile solo agli addetti ai lavori, ma anche a tutti coloro che nelle varie situazioni della vita vogliono uscirne fuori ricolmi di pace e di speranza.

 

 

 


 
 
 
 
 
 
Martín Carbajo Núñez - via Merulana, 124 - 00185 Roma - Italia
Questa pagina è anche attiva qui
Webmaster