Inizio > Rivista Antonianum > Articoli > Giraldo Martedì 22 ottobre 2019
 

Rivista Antonianum
Informazione sulla pubblicazione

 
 
 
 
Foto Giraldo Roberto , Recensione: Walter Kreck, Dommatica evangelica. Le questioni fondamentali , in Antonianum, 67/4 (1992) p. 542-543 .

Walter Kreck (nato nel 1908), professore emerito della facoltà teologica del­l'Università di Bonn e attuale collaboratore di vari movimenti per la pace, è pro­babilmente un autore poco conosciuto in Italia. È questa, infatti, la sua prima opera tradotta in italiano.

Sergio Rostagno, nella presentazione, la definisce «un manuale lineare e sco­lastico, destinato soprattutto agli studenti ed alle persone desiderose di formarsi una cultura teologica».

Condivido questo suo parere e ne sottolineo l'aspetto positivo anche dal punto di vista ecuménico: é un testo di grande utilitá e chiarezza per chiunque vo-glia conoscere la teología evangélica.

Infatti, al di la della diversitá di talune posizioni dommatiche, quello che ri-salta continuamente é il diverso substrato antropológico: l'uomo «cieco e sordo», «chiuso e incapace», addirittura «morto» davanti alia Parola di Dio e all'offerta di grazia. Offerta che riluce in tutta la sua forza e in tutto il suo valore proprio quando l'uomo, mediante l'ascolto e l'ubbidienza al vangelo, si comprende come un enigma per cui senté decisivo il rapporto che Dio ha con lui e il dono della fede. II credente, in definitiva, é l'uomo che, disperando di se stesso, dice il suo sí fiducioso a Dio e al rinnovamento da Lui voluto.

Strutturalmente, il libro é diviso in tre parti: la sentenza liberatoria di Dio pronunciata una volta per sempre in Gesü Cristo, la conseguente liberta del-l'uomo e, da ultimo, una serie di 49 excursus dove il riferimento ad altri autori o ad altre concezioni si fa piü preciso e serrato.

É come se l'Autore avesse voluto evitare di appesantire la lettura del testo con molti rimandi e altrettante note pur concedendosi contemporáneamente uno spazio piü adeguato per una opportuna riflessione e un confronto piü diretto.

Nella prima parte, oltre alia diversa visione antropológica e alia proclama-zione della centralita del Cristo, viene dato ampio spazio anche a tutto il pro­blema del rapporto tra la Scrittura, la cui autoritá e sovranitá derivano solamente dalla Parola di Dio, e la Chiesa.

La seconda parte é tutta dedicata all'uomo e alia sua risposta ad una Parola che mira proprio ad essere riconosciuta e condivisa liberamente. É il binomio Pa­rola e fede che viene visto qui in tutte le sue valenze tenendo cioé contó di tutto quel processo di liberazione che solo lo Spirito Santo rende possibile coinvol-gendo l'uomo in un assenso di fede, in una vera conoscenza di sé, spingendolo nella dedizione al prossimo e dandogli la forza d'una speranza attiva.


 
 
 
 
 
 
Martín Carbajo Núñez - via Merulana, 124 - 00185 Roma - Italia
Questa pagina è anche attiva qui
Webmaster